scrivere per vivere vivere per scrivere

scrivere per vivere vivere per scrivere
La lettura di tutti i buoni libri è come una conversazione con gli uomini migliori dei secoli andati. (René Descartes) ********************************************************************************************** USQUE AD FINEM

sabato 12 maggio 2018

Liberi i miei versi di Patricia Moll



COME GIUNCO

Son come giunco
Al vento
mi piego
fino a piegar la fronte
a sfiorar la terra.
Mi ferisco e sanguino.
Ma quando
il vento tace
mi rialzo
e
vivo

Ho introdotto il post con una poesia, l'autrice è una persona conosciuta da molti di coloro che bazzicano la blogosfera: Patricia Moll

Devo dire che rimasi sorpreso il giorno in cui appresi che aveva pubblicato una sua raccolta di versi. Sapevo che amava la poesia, addirittura da qualche anno sulla mia bacheca campeggiano un paio dei suoi lavori. Poi, un giorno:

LIBERI I MIEI VERSI

"E che c... Ehm, perbacco"😉, mi dissi. "Finalmente ha preso il coraggio a due mani e si è lanciata senza pudore o timori di sorta".
Conosco Patricia come una persona generosa, intelligente. La sua vita ha seguito percorsi che, talvolta, hanno attraversato le terre oscure della sofferenza, della malattia, del dolore. Luoghi dove la speranza rimane l'ultima risorsa a cui aggrapparsi.
Cosa accade quando si entra nella terra desolata dell'indefinito futuro? Della piena e vibrante coscienza della nostra finitezza? Le risposte sono molteplici, non voglio annoiare con disquisizioni che aprirebbero innumerevoli e diverse considerazioni. Non voglio perché questo non è un post triste, questa è la celebrazione di una cara amica, di una Donna, di una madre e moglie. Di una Donna che ha vinto e che guarda ai territori desolati lasciati alle spalle con un sorriso beffardo, per poco, però, perché la sua attenzione è attirata dall'oggi, al massimo da un futuro ancora da costruire.
Come spesso accade alle persone sensibili, le semplici parole non bastano per descrivere ciò che anima quello spirito segreto che comunica con l'universo. Che parla al Tutto in modo semplice, ma meraviglioso. Come meravigliosa è la naturalezza dello sbocciare delle gemme a primavera, o l'aprirsi di un banco di nubi dopo la tempesta.

Invito tutti a cliccare QUI. Acquistate la raccolta di LIBERI I MIEI VERSI.
Il prezzo è irrisorio, quasi simbolico. Quindi datevi da fare. Lasciate il primato dell'avarizia a me che son genovese,  acquistate.


Io trovo i miei versi intingendo il calamaio nel cielo.
                                   Alda Merini

62 commenti:

  1. Risposte
    1. Sì, lo è. Come tutte le persone intelligenti, sensibili, semplici. Profonde.

      Elimina
    2. Grazie infinite Tiziana!
      Poetessa? No... come Max dopo due libri pubblicati si considera uno "scribacchino"
      io mi considero una persona che gioca con le parole :)

      Elimina
    3. Io sono scribacchino, va bene così 😉

      Elimina
  2. Hai fatto bene! Patricia merita tutto il sostegno possibile.

    RispondiElimina
  3. La Pat ha un cuore enorme, per la poesia conta tantissimo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, ti assicuro. Nel momento peggiore mi è stata tanto vicino, mi telefonava quasi tutti i giorni. Ha un grande cuore.

      Elimina
    2. Grazie ARiano!
      E' proprio che per vivere ci vuole cuore. Che esistenza sarebbe altrimennti?

      Elimina
  4. Complimenti Massimiliano hai descritto proprio bene la poliedrica e simpatica Patricia, che oltre a scrivere versi bellissimi è anche una gentile e allegra padrona di casa tanto che nel suo spazio virtuale tutti ci si sente a proprio agio. Buona serata. Evviva Patricia.
    sinforosa

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Sinforosa. È proprio vero e si capisce che le mie parole sono sentite e sgorgano da cuore.
      Buona serata anche a te

      Elimina
    2. Grazie Sinforosa!
      FAccio il possibile per rendere gradevole almeno gradevole il mio salottino :)
      Di certo c'è che i visitatori contribuiscono molto a renderlo così :) Se non fosse per voi.....

      Elimina
    3. Non sminuirti Patri, il tuo è uno dei pochi blog che unisce.

      Elimina
  5. Quanto, quanto ho adorato i Liberi versi di Patti ^_^
    Hai tratteggiato Patricia perfettamente, Massimiliano. D'altronde, chi la conosce, non può non amarla per tutto tutto quello che lei è... <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grande Irene, è vero non si può non volerle bene. Grazie per le belle parole.

      Elimina
    2. La mia Regina!!!!
      Tu.. beh, tu sei un discorso a parte! :)
      Grazie stella!

      Elimina
    3. Irene, LA REGINA, altra persona di immenso spessore.

      Elimina
    4. E devo proprio darti ragione, Max!!!!

      Elimina
    5. Per me è stata una gran bella scoperta.

      Elimina
  6. Patricia è veramente molto brava.
    Serena domenica.

    RispondiElimina
  7. Max.... non so che dirti! Non so che dire a te e ai lettori che hanno commentato.
    Sono commossa e vi ringrazio di cuore.
    Ognuno di noi ha le sue esperienze buone e cattive alle spalle. Ognuno di noi qulacosa impara da quelle esperienze. C'è chi le dipinge su una tela e chi cerca di metterle su carta. Tu magari coi libri.. io osì, sul blog.
    Quel libercolo è... una prova. Uno dei tanti giochi che alla mia veneranda (o quasi) età mi diverto a fare.

    Ti ringrazio tantissimo, gigante buono!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non devi dire nulla Patri, sono io che devo dire grazie, a te, specialissima amica mia, e a tanti altri amici blogger. Come dissi una volta a Nadia Banaudi, ho ricevuto tanto senza dare molto in cambio, piano piano (perché il mio tempo libero è pochissimo), riuscirò a rendere onore a tutti coloro che mi hanno sempre sostenuto.

      Elimina
    2. Max... non ho fatto niente di che. Poi, non si fa per avere in cambio. Si fa perchè se ne h a voglia. Basta!
      Noi aspettiamo con ansia le tue ... come le chiamavi? Oddio!!! Nun me ricordo più!!!!! ahahahahah

      Elimina
  8. Patricia ha dato forza e unione ai nostri blog.
    Ciao Massimo.
    Cristiana

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Brava Cristiana, è vero. Grazie per essere passata da qui. È bello rendere omaggio a una brava persona e, non dimentichiamolo, una brava poetessa.

      Elimina
  9. Cris, mi piacciono le famiglie numerose :)
    Ciao stella!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Aaaaah vedi che faccio bene a chiamarti sorellona?(diti zia mi sembrava eccessivo 😉😉😉)

      Elimina
    2. Sono la metà di te Max.... sorellina caso mai.
      E adesso voglio vedere se dici che mi chiami sorellona perchè sono più vecchia 😁😁😁😁

      Elimina
    3. Hahahahahahaha, naaaa, non lo dico, non lo dico 😁😁😁😁

      Elimina
    4. Fifoneeeeeeeeeeeeee ahahahahahahahahahh

      Elimina
    5. Belin, ho paura si, tu sei piccinina ma se ti arrabbi tiri fuori le zanne 😁😁😁

      Elimina
  10. Complimenti a Patricia per la sua innata sensibilità.
    Poetare non è semplice. Richiede perizia e grande anima. :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vero. Ho voluto renderle omaggio per questo motivo.

      Elimina
    2. Grazie infinite Luz!
      Un abbraccio a te e a Max!

      Elimina
  11. La Patri e la Patri. Punto!
    E il suo libro in versi ... arrivo pure a quello. Sto recuperando gli arretrati.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grande Federica, brava, accattatetillo, è una bella raccolta.

      Elimina
    2. Sono in ritardo sono in ritardo... e così mi sento tanto Bianconiglio :D)
      Scusa Squitty! Scusa Max!
      La Patri è la... piffera di montagna che se si facesse furba vivrebbe meglio ahahahahahahah ma son fatta così e così mi prendete. ahahhahaahha
      Grazie Squitty!

      Elimina
  12. Io avevo letto la sua primissima raccolta poetica.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La Patri è di una dolcezza infinita

      Elimina
    2. Direi che è una caratteristica essenziale. C'è solo una cosa peggiore di un brutto racconto: una brutta poesia. Scrivere poesia è molto più difficile che scrivere un romanzo o un racconto, ci va una sensibilità molto più grande e soprattutto intensa.

      Elimina
    3. Assolutamente vero, al punto che credo che la poesia attenga ai folli, oppure ai bambini. A coloro che riescono interpretare il mondo e la vita senza filtri e sovrastrutture.

      Elimina
    4. Grazie Marco!
      Credo per scrivere poesia ci si debba guardare dentromolto a fondo. Poi, non sempre ci si riesce, questo no.

      Max... ai folli! Per lo meno nel mio caso ahaaahhahaah

      Elimina
    5. Sì sì un po' matta 😉😉😉

      Elimina
    6. Ma parla per te Max aahahahahahahahahahhah

      Elimina
  13. Preso, c'è tantissima dolcezza nelle primissime poesie che ho letto. Brava Patricia e grande Max per il consiglio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Meravigliosa Nadia, ho letto anche quello che hai scritto su fb. Hai ragione, c'è tantissima dolcezza nelle poesie di Patricia. Avete tante cose in comune voi due: dolcezza e forza quando c'è bisogno.

      Elimina
    2. Grazie infinite Nadia e scusa il ritardo ma sono un po' presa :)
      Un abbraccio.

      A te Max che devo dire? :) Sei unico!

      Elimina
    3. Al solito ne ho dimenticato un pezzo puff pufff....
      Non sono su fb, quindi scusate se lìnon intervengo.
      Ciao!

      Elimina
    4. Meno male che sono unico, sai il casino se come me ce ne fossero di più? Manderebbero l'esercito 😉😉😉

      Elimina
    5. L'esercito?????? Ma basto io col mattarello!!!!

      Elimina
    6. Liguria contro Piemonte, daje Nadia 😉😉😉

      Elimina
  14. Patricia è una donna dalle mille risorse. Ha risvegliato in me il torpore in cui ero caduto. Ciao Massimiliano.

    RispondiElimina

I commenti sono graditissimi, nessuna opinione verrà censurata. Grazie a chi avrà voglia di lasciare un segno del suo passaggio