scrivere per vivere vivere per scrivere

scrivere per vivere vivere per scrivere
La lettura di tutti i buoni libri è come una conversazione con gli uomini migliori dei secoli andati. (René Descartes) ****************************************************************************************************************** USQUE AD FINEM

giovedì 14 gennaio 2016

BAGLIORI NEL BUIO Romanzo di Maria Teresa Steri







Voglio parlarvi di una scrittrice, una scrittrice vera, una che ci mette la faccia sicura delle proprie capacità. Ho letto il suo romanzo: BAGLIORI NEL BUIO.
L'autrice è Maria Teresa Steri.
Devo dire sinceramente che mi sono avvicinato al suo romanzo un po' titubante quando ho sentito che trattava di esoterismo e paranormale, sono generi che non mi fanno impazzire. Poi ho vinto la mia ritrosia e l'ho letto. La curiosità che mi caratterizza e la voglia di conoscere autori sempre nuovi ha avuto la meglio.
Ho fatto bene.
Sono stato catturato immediatamente dalla prosa scorrevole, dalla formulazione narrativa elegante, particolareggiata, attenta alla caratterizzazione dei personaggi. Viva Dio, un romanzo scritto in un bellissimo italiano, fluente e scorrevole, quasi ricercato ma senza appesantire la narrazione con inutili fronzoli. Sorpresa delle sorprese mi sono accorto che mi trovavo di fronte a un gioco di stile dove tutto diventa credibile. Un vero e proprio noir. L'esoterismo e il soprannaturale sono lo spunto per vivere una storia avvincente, ricca di colpi di scena e sviluppi inaspettati. Non voglio svelare nulla, ovviamente, non scendo in ulteriori particolari.
Baglior nel buio è un romanzo che consiglio, credo che di Maria Teresa Steri sentiremo parlare, il talento, a mio modesto parere, c'è. Come c'è, e si percepisce, un lavoro intenso di elaborazione del testo e di ricerca stilistica.
Vi lascio leggere in santa pace la trama e le note autobiografiche dell'autrice, oltre che alla segnalazione dei siti dove reperire il romanzo.

Trama
Disoccupata e intrappolata in una relazione sentimentale senza futuro,  Elena vive come sospesa tra passato e presente. Non passa giorno senza che i suoi pensieri vadano all’uomo conosciuto due anni prima su Internet, consumata dal senso di colpa per aver provocato la sua morte. Interessarsi di fenomeni paranormali sembrava solo un passatempo innocente, ma ora il terrore che la polizia venga ad arrestarla non le dà tregua. E per riappropriarsi della sua vita non le resta che tornare là dove tutto è iniziato, un quartiere che affaccia sulla spiaggia, e provare a far luce sull’accaduto.
Ma chi era davvero l’uomo che ha ucciso? Quale mistero nasconde il luogo della sua morte, il Pozzo del Corvo? E quanto sono fondate le voci che parlano di presenze soprannaturali sul promontorio?
Man mano che la verità viene a galla, un incubo ancora più grande si delinea all’orizzonte, costringendola a fare i conti con le sue paure e ad affrontare nemici che non sospettava di avere.

L’autrice

Maria Teresa Steri è nata nel 1969 e cresciuta a Gaeta. Dopo la laurea in Lettere e Filosofia si è trasferita a Roma, dove vive attualmente con il marito. Ha collaborato come giornalista pubblicista nella redazione di quotidiani e riviste per la scrittura di articoli, la revisione di testi e l’impaginazione.
Cura il blog Anima di carta dedicato a chi ama scrivere e leggere. Si interessa di scrittura creativa e antroposofia. È un’appassionata di Alfred Hitchcock. I suoi autori di narrativa preferiti sono Ruth Rendell, Richard Matheson e Robert Sawyer.
Ha pubblicato nel 2009 il suo primo romanzo “I Custodi del Destino”, un mystery basato sull’idea della reincarnazione. “Bagliori nel buio” è il suo secondo romanzo.

Genere: noir soprannaturale.
Pagine: 360
Dove trovarlo in ebook (1,99 €):
Dove trovarlo in versione cartacea (12,50 €):
Estratto da scaricare liberamente (primi 4 capitoli):

·        http://bit.ly/1P6RnxU




© 2016 di Massimiliano Riccardi

28 commenti:

  1. Massimiliano, non so davvero come ringraziarti per questa presentazione così bella! Sono molto contenta anche che ti sia piaciuto. Hai scritto delle cose davvero incoraggianti per me e te ne sono molto grata :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Maria Teresa, ma scherzi? E' stato un piacere.

      Elimina
  2. Condivido l'opinione di Max io l'ho letto e mi è piaciuto molto. (Ma va bene se per brevità ti chiamo Max?)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Giulia Lù, grazie. Max va benissimo.

      Elimina
    2. Max Bunker meglio ancora viste le dimensioni (ahahah, ti prego non volermene, mi è stata servita sul classico piatto d'argento).

      Elimina
    3. Hahaha nulla da eccepire, se non mi rimetto in carreggiata arriverò presto alle dimensioni di barbapapà altro che Bunker (che poi non era mica ciccione)

      Elimina
    4. No, ma Magnus lo raffigurava comunque ciccione (vedi Cariatide). E poi, la suggestione del nome...

      Elimina
    5. Vero, vero. Inarrivabili, purtroppo siamo parenti solo per via di Adamo.

      Elimina
    6. Comunque avrei dovuto usare la parola "stazza". "Dimensioni" ormai non si può quasi più usare in italiano... si corre sempre il rischio di essere fraintesi.

      Elimina
  3. Brava Maria Teresa. Anch'io ho letto e molto apprezzato! ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lo sapevo Marina, grazie per il sostegno a Maria Teresa.

      Elimina
  4. Io non ho ancora letto... ma arriverà il momento, non appena le congiunzioni astrali saranno quelle giuste ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti capisco Ivano, pensa che io l'ho preso i primi di ottobre, siamo tutti oberati di impegni, più o meno piacevoli. Il libro merita.

      Elimina
    2. Lo so che merita... mi sono letto tutta l'anteprima a suo tempo. Ma voglio finire prima i due libri che ho a metà.

      Elimina
  5. Sembra interessante, se poi dici che è scritto bene, lo metto nella lista dei prossimi acquisti ;)
    Grazie della segnalazione Massi.
    Alla prossima.
    Marina

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Marina, grazie a te. E' stata una piacevole lettura.

      Elimina
  6. Sembra davvero interessante. Noir e esoterismo, una buona miscela se mescolata con arte e da quello che scrivi tu, credo proprio che sia così.
    Metto in lista desideri in attesa di palanche... ahhahahah anche palanconi visto la lulnghezza della lista!
    Ciaoooooo

    RispondiElimina
  7. Bella recensione e complimenti a Maria Teresa! Mi piace assai, Massimiliano, il tuo ribadire la bravura stilistica dell'autrice!
    Buona serata a tutti ^_^

    RispondiElimina
  8. Grazie Glò, è proprio brava Maria Teresa.

    RispondiElimina
  9. Conoscendo il blog, non metto in dubbio la sua bravura di scrittrice.
    PS Lo leggevo tempo fa, poi mi sono allontanata ma non chiedermi il perchè, non lo so neppure io. Anche nel virtuale, come nel reale, capita che ti fai deviare da altre cose che spesso poi scopri essere vuote... Chiedo scusa all'autrice per questa mia defaiance (si scrive così? Boh lo spero) e vado ad unirmi ai suoi lettori. A te invece mando il mio baciobacio con abbraccio

    RispondiElimina
  10. Ciao Farfalla Leggera, sì, il blog di Maria Teresa è molto interessante. Grazie per il baciobacio con abbraccio, son cose che fanno bene al cuore.

    RispondiElimina
  11. Il paranormal è un genere che non mi convince, a meno che diventi proprio horror puro, mentre una storia con elementi hitchcockiani come sembra avere questo romanzo li apprezzo maggiormente.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Marco, grazie per la visita, sì, dalle fiducia, Maria Teresa è brava.

      Elimina
  12. Metto nella lista infinita .... grazie per la segnalazione.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bene, sarà contenta Maria Teresa. Ciao Federica.

      Elimina

I commenti sono graditissimi, nessuna opinione verrà censurata. Grazie a chi avrà voglia di lasciare un segno del suo passaggio